Spedizione Materasso sottovuoto, è sicuro?

Spedizione Materasso sottovuoto, è sicuro?

Sempre più di frequente ci si sente porre questa domanda e cioè la spedizione sottovuoto del materasso, danneggia il materasso stesso?

Materasso sottovuoto arrotolato

Molte persone pensano che spedire il materasso sottovuoto arrotolato, arrechi a quest’ultimo un danno. Spesso questa teoria viene avallata anche da alcuni negozianti che mettono in guardia il cliente sulla pratica della messa in sottovuoto dei materassi, informando loro che il prodotto che viene posto in questo tipo di imballaggio, non possa poi recuperare più le caratteristiche tecniche.

Questa informazione è ovviamente errata. Molte persone (e spesso anche negozianti) non conoscono la materia prima dei materassi ed il processo produttivo e ignorano che materiali come il poliuretano, memory foam ecc, non subisce danni da questa procedura, questo perchè i poliuretani utilizzati per la produzione di materassi sono realizzati per essere indeformabili e quindi hanno una struttura elastica che ne permette il ritorno nella sua forma originale senza subire danni.

Ma quindi tutti i materassi possono essere messi sottovuoto?

Si e no. Per meglio dire, tutti i materassi che hanno lavorazioni idonee per essere arrotolate, possono essere spedite utilizzando questa pratica.

Inoltre per mettere sottovuoto un materasso esistono diversi macchinari, per lo più industriali e quindi è una tecnica che possono fare grandi aziende ed in particolare produttori di materassi, dotati di questi macchinari.

Un negozio di materassi ad esempio, difficilmente ha la possibilità di poter arrotolare e pressare un materasso per realizzare un imballo sottovuoto e quindi spesso tende a dire al cliente che non conviene mettere sottovuoto un materasso in quanto si danneggia, più che dire che non ne ha lui la possibilità di farlo, per ovvi motivi.

E per i materassi a molle?

Per i materassi a molle c’è da fare una precisazione e distinzione. I materassi a molle rispetto a materassi in poliuretano, Memory Foam, Lattice ecc.. hanno al loro interno una struttura di molle interconnesse o molle indipendenti insacchettate.

Mentre per le prime è più difficile, in quanto le molle sono più delicate e si rischia di danneggiare il box molle se non si eseguono tutti i passaggi in modo corretto, per i materassi a molle insacchettate indipendenti, con appositi macchinari e procedure è possibile mettere il materasso sottovuoto senza danneggiare in alcun modo la struttura delle molle interne.

Ovviamente questa procedura va eseguita da aziende dotate di specifici macchinari che abbinate a tecniche di imballaggio avanzate, riescono a far si che il prodotto una volta aperto abbia le stesse caratteristiche senza danneggiare il materasso.

Quali sono i vantaggi del sottovuoto?

I vantaggi principali sono la semplicità nel trasporto, oltre al fatto che un materasso sottovuoto è una tipologia di imballaggio resistente e assicura al materasso l’integrità e l’igienicità corretta durante le fasi di trasporto. Inoltre grazie al fatto di occupare un volume minore, i costi di trasporto sono solitamente anche inferiori e permette un trasporto di un maggior numero di prodotti, riducendo così l’inquinamento indiretto per il trasporto.

Quanto tempo può rimanere un materasso nell’imballo sottovuoto?

E’ buona norma aprire il materasso dall’imballo sottovuoto, appena ricevuto. Solitamente i nostri test hanno dimostrato che fino a 30 giorni il prodotto può rimanere nell’imballo sottovuoto senza subire alcun danno o malformazione della lastra.

E’ però consigliabile non attendere e lasciare tutto questo tempi il materasso nello stato di sottovuoto e di aprire subito dall’imballo sottovuoto il materasso e stenderlo sulla rete o se al momento non disponibile, disporlo su una superficie piana orizzontale, in modo da dare il tempo di recuperare le dimensioni e forma, solitamente entro qualche ora.

Se sei interessato all’acquisto di un nuovo materasso spedito arrotolato sottovuoto, visita il nostro Shop.

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *